Includi testata


Home - Sponsor - Convenzioni - Link utili - Area Utenti


Includi men¨

Friuli MTB & Orienteering


Elenco notizie

Calendario gare

Scadenze

I nostri utenti

GuestBook

Trofeo Pole Star


Vai al vecchio sito


Paluzza 2010


Paluzza 2010



Storico oro alla Friuli MTB & O nella staffetta tricolore M20 di Monte Moria
Cronaca di un week end da incorniciare

La squadra junior della nostra società composta da Nicholas Sbrizzi, Marco Genuzio e Michael Sbrizzi conquista il podio più alto nella categoria M20. L'obiettivo della trasferta era raggiongere uno dei tre posti di eccellenza ma una sagace conduzione tattica li ha spinti fin dalla prima frazione di Nicholas su quello di maggior prestigio. Si inizia sabato con il Campionato Long. I ragazzi consapevoli che la gara su cui puntare è quella del giorno successivo non si pongono grandi ambizioni. Vanno in campo sereni decisi a fare un allenamento tecnico  e tenendo a freno l'entusiamo giovanile che li avrebbe spinti a impegnarsi troppo con il rischio di ritrovarsi con le energie in riserva nell'appuntamento che contava. Entrano comunque tutti e tre nella top ten di categoria e a vederli arrivare si nota come siano andati al piccolo trotto. L'obiettivo sabato, oltre a conservare le energie, era di prendere contatto con la carta ed il terreno formato da bosco veloce, verdi che rallentavano l'avanzamento e nascondevano la morfologia il tutto intervallato da profonde fosse e canalette. Ma soprattutto dovevano evitare possibili incidenti che avrebbero potuto condizionare il rendimento in staffetta, la gara che valeva la stagione e laureva la miglior squadra di società under 20 in campo nazionale. La successione dei componenti in gara è stata decisa dagli stessi atleti sulla base del buon risultato già raggiunto nel Trofeo delle Regioni al Passo della Colla. Nicholas aveva il compito più gravoso, il lancio, dalla conduzione della prima frazione dipende la gestione delle successive e il proposito era non perdere contatto con i primi. Doveva partire lento ed effettuare una lettura costante della carta evitanto possibi li errori. La sua frazione è stata un autentico capolavoro: è passato in testa al punto spettacolo chiudendo anche la seconda parte di frazione senza una sbavatura e consegnando a Marco Genuzio un patrimonio di 4 minuti da gestire. Un vantaggio simile non è determinante ma pone il compagno di staffetta nelle condizioni ideali per gestire al meglio la sua prova. Chi deve inseguire necessariamente deve aumentare i ritmi di corsa con conseguente possibilità di errori. Può farlo, poi, se sa che davanti ha un avversario abbordabile ma Marco è un atleta che ha rappresentato l'Italia ai recenti Campionati Mondiali Junior in Primiero e quindi merita rispetto. La sua gestione di gara è regolare ma a sbagliare sono quelli dietro come era prevedibile ed il vantaggio sale sino all'incredibile distacco di 17'30” sui secondi della Polisportiva Besanese mentre terza è la Polisportiva Masi. La squadra più accreditata come antagonista della nostra formazione, il Monte Giner (se non altro perchè può schierare in terza frazione Roberto Della Valle laureatosi il giorno precedente Campione Italiano di categoria con 7' sul secondo), arranca in quarta posizione anche per un grossolano errore di Claudio Zanon. Quando anche Marco giunge all'arrivo, con Michael si è già discussa la tattica di gara. La sua frazione doveva essere quella che serviva a chiudere eventuali distacchi accumulati dai compagni ma ora l'imperativo è portare a casa l'oro senza correre rischi. Anche Michael conduce una gara a passo ridotto attento a non compiere errori. Alla fine ammetterà di averne commesso uno grosso. Qui è emersa la consapevolezza della giornata di grazia dei tre gialloblu. Si ricolloca e riprende la gara senza patemi, si permette pure un gesto un po' guascone al primo passaggio davanti agli spettatori alzando il dito a segnalare il primo posto. La sua frazione è ancora lunga e tutto può succedere. Una punzonatura errata o mancante, un piccolo incidente nel bosco possono sempre accadere. Ma non accade. E nel cielo di questo bel appennino piacentino splende alla fine un grande sole che illumina la storica impresa di Nicholas, Marco e Mchael. E' stato davvero emozionante vedere Nicholas e Marco affiancare Michael per la passerella finale dalla lanterna 100 all'arrivo sotto gli applausi degli spettatori. Si avvera un sogno a lungo cullato ed irripetibile per questi atleti che il prossimo anno diventeranno Elite e che hanno saputo cogliere l'ultima occasione a loro disposizione per mettere un suggello d'oro alla loro carriera junior costellata di titoli e coppe italia. Questa vittoria dei nostri colori la consideriamo importante per tutto il Comitato FISO regionale e ripaga il lavoro sul lungo periodo effettuato da tecnici e società nell'attività giovanile in questi ultimi anni. Infatti dietro a Nicholas, Marco e Michael non c'è il deserto: un'altra staffetta giovanile friulana conquista l'oro in M16. E' quella della S.O.M. formata da Marco Tamai (ieri campione italiano Long di categoria), Nicolò Liva e Alessandro Giacchetto. E buoni risultati anche in campo fmminile con il secondo posto nella W16 sempre della S.O.M. e del terzo in W20 del Cai xxx Ottobre. 

 

Written by Paolo



Modificata da kimi91 il 2009 09 25 Fri 15:20

Autore: ottobre23
2009 09 13 Sun 19:34

Album fotografico: vai!

ottobre23Era anche ora....
Sun 13 Sep 2009 19:34


MichaelGrazie Nicholas per averci portati subito in testa!E grazie Marco per aver continuato l'opera di Nicholas;) Era l'ultima possibilitÓ:D eheh...ed era ora.
Mon 14 Sep 2009 08:23


marioComplimenti ai ragazzi e ai Pauli! Festeggeremo domenica a Collerumiz.
Mon 14 Sep 2009 08:27


NikL'ultimo anno della M 20 si Ŕ concluso in bellezza.Grazie a Marco e Michael.
Mon 14 Sep 2009 08:31


Successiva -->

<-- Precedente



FRIULI MTB & Orienteering - Sede Via Beretta 36, 33100 Udine
Tel/fax: +39 0432 284090 Email: info@friulimtb.it
© 2017 Bert! Creative Commons License.