Due giorni di Orienteering nell’Alta Valle del But - Paluzza 5/6 Giugno 2010


‘DUE GIORNI DI ORIENTEERING NELL'ALTA VALLE DEL BUT'

A Paluzza nasce il Centro Federale grazie all'impegno della Friuli Mtb & Orienteering

2010 06 08 Tue 18:10 by Presidente

Appuntamenti eccezionali nel weekend del 5 e 6 giugno 2010 a Paluzza. Con l’evento “Due giorni di orienteering nell’Alta Valle del But”, si sono svolte competizioni agonistiche di rilievo nazionale ed è stato inaugurato il nuovissimo Centro Federale di Orienteering  del Friuli Venezia Giulia.

Sabato e domenica, tra momenti agonistici e istituzionali, si sono ritrovate a Paluzza quasi 800 persone. Oltre agli sportivi e ai tecnici, giunti da varie parti d’Italia e dall'estero, anche autorità di rilievo del mondo dell’orienteering; rappresentanti dell’amministrazione comunale, provinciale e regionale e personalità locali di fama internazionale. L’onorevole Manuela Di Centa è intervenuta all’inaugurazione del Centro Federale e Giorgio Di Centa è stato l’eccezionale ospite della gara di domenica. Il loro intervento ha testimoniato il prestigio che la Friuli Mtb & Orienteering  ha saputo conquistarsi presso la comunità locale , in un territorio di eccezionale bellezza naturalistica e di grande accoglienza ed ospitalità confermata da tutti presenti.

Il movimento dell’orienteering è approdato ufficialmente a Paluzza in questo importante weekend dove si sono dati appuntamento e battaglia atleti come: Emiliano Corona, Marco Seppi, Daniele Pagliari, Christine Kirchlechner . Stefano Galletti, speaker ufficiale dell’evento, ha coinvolto il pubblico con passione e professionalità, seguendo le prestazioni di questi e degli altri partecipanti all’evento.

Nel pomeriggio di sabato si è svolto il Campionato regionale FVG sprint, sulla nuovissima carta dei “Laghetti di Timau”. I concorrenti si sono misurati su un terreno di gara veloce, senza eccessivo dislivello, con l’ostacolo di alcuni tratti di vegetazione e, naturalmente, interessanti parti tecniche. Il tracciato presentava nella prima parte punti vicini che richiedevano da subito grande attenzione; in generale, punti veloci e il finale in discesa. I nuovi impianti, l’aspetto cartografico e i tracciati hanno riscosso un apprezzamento diffuso tra i partecipanti. Sul podio per le categorie elité al primo posto tra gli uomini Marco Seppi (Cus Bologna) e tra le donne Christine Kirchlechner (Sportclub Meran ASD).

Cambio di campo nella serata di sabato, dalle competizioni agli eventi istituzionali: in piazza a Paluzza si è svolta l’inaugurazione del Centro Federale di Orienteering Friuli Venezia Giulia, all’interno della sede del Cesfam (Centro Servizi per le Foreste e le Attività della Montagna). La cerimonia portava a compimento un percorso istituzionale iniziato tre anni fa; infatti la creazione del Centro Federale regionale di Orienteering a Paluzza è il risultato di una convenzione stipulata tra: la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; il Comuna di Paluzza; l’Unione Sportiva “Aldo Moro” di Paluzza ed il Comitato regionale FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento) FVG. Questo accordo realizza la volontà di allargare gli orizzonti regionali dell’orienteering, aprendo un punto di riferimento che dall’alta Carnia dà uno sguardo sul panorama nazionale ed internazionale. Per la comunità e amministrazione locale significa scoprire e abbracciare una nuova disciplina sportiva con risvolti e nuove possibilità negli ambiti culturale, turistico, di conoscenza e promozione del territorio.

La cerimonia si è aperta con l’intervento del Sindaco di Paluzza, avvocato Elia Vezzi, che ha dimostrato tutta la volontà dell’Amministrazione locale di impegnarsi per questo progetto nonché rinnovato la splendida accoglienza ed ospitalità del luogo. Un saluto anche da parte della Provincia di Udine, con il Consigliere Sandro Bassi. La Regione era rappresentata dal responsabile della struttura dott. Mario di Gallo, che ha ripercorso le tappe che hanno portato al raggiungimento di questo obiettivo. Per la dimensione orientistica regionale, è intervenuto il Presidente regionale della FISO FVG, Mauro Nardi, che ha ricordato l'impegno del responsabile della formazione regionale e nostro presidente, Paolo Di Bert, per avere a Paluzza un centro tecnico. A seguire la presenza di Sergio Grifoni, presidente della FISO, che ha evidenziato il rilievo dell’iniziativa per il movimento dell’orienteering a livello italiano. L’onorevole Manuela Di Centa, membro permanente della giunta del CIO e membro della giunta del CONI, nel suo intervento ha sostenuto con passione il movimento orientistico dimostrando simpatia e interesse per il nostro sport. La cerimonia si è conclusa con il professor Mauro Pascolini, docente ordinario di Geografia Umana Presso l’Università di Udine, che si è soffermato sulla tematica dell’orienteering e della cartografia come strumenti di valorizzazione del territorio. Da rilevare la presenza tra il pubblico di Andrea Di Centa, Presidente dell’Unione Sportiva “Aldo Moro” di Paluzza, uno degli attori fondamentali di questo momento istituzionale e dell’intero evento e responsabile della parte logistica, assieme alla “Friuli Mtb&O”, che ha organizzato la manifestazione. Erano fra gli altri presenti il cartografo che ha realizzato gli impianti, Janos Soter,  il Segretario Generale della Federazione ungherese, Áron Less e Giuseppe Simoni, Presidente del Comitato Trentitino, la Regione di riferimento di questo sport nel nostro Paese. Grazie al contributo delle autorità e degli ospiti presenti, la cerimonia si è dimostrata non solo il compimento del percorso frutto della vincente sinergia di enti e attori territoriali e sportivi, ma anche e soprattutto l’aprirsi di un cammino con ottime prospettive future.

Un nuovo impianto sportivo per l’orienteering; un nuovo sport per il territorio di Paluzza. L’incontro tra la realtà sportiva e quella territoriale è apparso simbolicamente anche nel traguardo della gara di domenica (4^ prova di Coppa Italia e Campionato Regionale Middle), situato proprio nella piazza centrale di Paluzza. Gli atleti hanno apprezzato la varietà di terreni: dalla partenza nel borgo antico di Naunina, alla parte tecnica nell’Orto Botanico; dalle difficoltà atletiche dovute anche al buon dislivello, all’attraversamento del torrente But, al reticolo di muretti a secco dell’area delle Braide. Punto dopo punto, gli atleti hanno sperimentato questo territorio nuovo per il movimento orientistico concludendo le loro gare proprio in centro a Paluzza, dove ad accoglierli c’era un folto pubblico di atleti, autorità e incuriositi membri della comunità locale. Vittoria nella giornata di domenica per Carlo Rigoni (US Primiero e San Martino) e nuovamente per Christine Kirchlechner (Sportclub Meran ASD), che si è aggiudicata il podio della classifica combinata, riservata alle categorie Elité, ottenuta dalla somma dei tempi impiegati nelle due gare. Sempre nella cassifica combinata tra le donne, Sara Di Furia (Polisportiva “G. Masi”) al secondo posto e Monica Casalini (IKP) al terzo. Tra gli uomini medaglia d’oro in questa classifica per Marco Seppi (Cus Bologna), secondo posto per Emiliano Corona (Gruppo Sportivo Esercito), terzo Daniele Pagliari (Gruppo Sportivo Forestale).

Grandi emozioni in un weekend che ha mostrato un alto livello agonistico, istituzionale e di rilevanza per il territorio e lo sport…..e questo è solo l’inizio.

Alessia Ciriani






Modificata da Presidente il 2010 06 08 Tue 18:36


Successiva -->

<-- Precedente