Friuli Mtb & Orienteering

La Friuli MTB & Orienteering è una associazione sportiva nata nel 1999 senza fini di lucro che si occupa delle seguenti discipline:

Mountainbike Orientamento,

Corsa orientamento,

Sci Orientamento.

Si avvale dell’operato di maestri nazionali di mountainbike, istruttori federali di orienteering ed atleti di questa disciplina, medici e diplomati Isef, docenti specializzati nell’insegnamento a soggetti in situazione di disabilità.

L’Associazione ha fra i suoi scopi quello di diffondere la pratica delle discipline orientistiche e seguire chi si avvicina a questi sport con professionalità e competenza, organizzando corsi per bambini ed adulti, realizzando cartine da orientamento, collaborando con le associazioni presenti sul territorio ed organizzando manifestazioni sportive. E’ affiliata alla F.I.S.O., Federazione italiana Sport Orientamento con codice Federale 0543 ed è iscritta dal 12 dicembre 2006 al nr 29746 al Registro delle società sportive dilettantistiche del C.O.N.I..

Come Associazione che pratica uno sport a stretto contatto con la natura sosteniamo  il Protocollo d’intesa con Fondazione Sorella Natura per lo sviluppo di una cultura solidale e ambientale e il CONI

La Friuli Mtb & Orienteering A.S.D. è fra le Associazioni che hanno aderito alla Carta Etica dello Sport promossa dal Comune di Udine

CARTA ETICA DELLO SPORT
Art. 1
Lo sport – qui inteso sia come attività agonistica, sia come attività ludico-motoria – rappresenta un’esperienza a cui tutti i
cittadini hanno diritto, senza discriminazioni di età, genere,abilità, religione, lingua, provenienza, condizione economica e sociale
Art. 2
Lo sport, praticato nel rispetto delle caratteristiche anagrafiche e psico-fisiche di ciascun individuo, contribuisce alla
conservazione e al miglioramento della salute e offre un prezioso sostegno all’invecchiamento attivo e alla qualità della vita
Art. 3
Lo sport, ed in particolare lo sport giovanile, rappresenta una importante agenzia educativa. Chiunque esercita una funzione di
responsabilità all’interno del mondo dello sport è tenuto a riconoscere e promuovere la crescita integrale della persona umana,
in conformità ai valori costituzionali.
Art. 4
Porre lo sviluppo integrale della persona al centro della pratica sportiva significa rispettarne i tempi di maturazione e di
crescita, nonché riconoscere l’esigenza di conciliare vita e attività sportiva, prestazioni e salute, leggerezza del gioco e serietà
degli impegni assunti.
Art. 5
La pratica sportiva, in quanto strumento al servizio del processo educativo, deve promuovere la cultura del rispetto e della
responsabilità, insegnare a perdere con dignità e a vincere senza arroganza, a riconoscere il valore delle regole condivise, a
competere lealmente, ad accettare i propri limiti, a sfidare le proprie debolezze. Ogni forma di doping, o anche solo il ricorso a
mezzi scorretti al fine di conseguire una facile vittoria, costituiscono una violazione dei principi dello sport.
Art. 6
Lo sport, oltre che sfida e competizione leale, è fonte di divertimento e di benessere psico-fisico. A tal fine esso deve costituirsi
come spazio di condivisione e di incontro, favorendo i valori dell’amicizia, dell’inclusione, della solidarietà e della pace.

Consulta la Carta etica dello Sport del Comune di Udine

Consulta la Carta etica dello Sport – Principi ed Impegni

Carta dei Diritti delle Ragazze e dei Ragazzi che fanno sport